Teatro dell’ Opera di Roma: Benjamin Pech è è maître de ballet

Teatro dell’ Opera di Roma: Benjamin Pech, da sabato primo ottobre, è maître de ballet e assistente alla Direzione del Ballo del Teatro dell’ Opera di Roma.
Benjamin Pech, danzatore étoile del Balletto dell’Opéra National de Paris, nasce il 3 aprile 1974 a Béziers. All’età di otto anni inizia la danza jazz e debutta nella danza classica nel 1985 a Montpellier. Inizia l’École de danse de l’Opéra di Parigi nel 1986, dove frequenta tutte le classi, partecipa agli spettacoli annuali e alle tournées (Giappone e Stati Uniti). Scritturato dal Corpo di Ballo dell’Opéra nel 1992, è promosso coryphée nel 1994 e sujet nel 1997. Dal suo ingresso in Compagnia, danza i principali balletti del repertorio classico e contemporaneo, interpretando, a partire dal 1996, i maggiori ruoli da solista: Lo schiaccianoci, La bella addormentata, La Sylphide, Don Quichotte e La Bayadère (Rudolf Nureyev), Giselle (da Jean Coralli e Jules Perrot), Vaslaw di John Neumeier e L’Histoire de Manon di Kenneth MacMillan. Danza inoltre le creazioni Passacaille (Roland Petit – 1994), Les Variations d’Ulysse (Jean-Claude Gallotta – 1995), Signes (Carolyn Carlson – 1997) e Sylvia (John Neumeier – 1997). Promosso premier danseur nel 1999, aggiunge al suo repertorio In the Middle, Somewhat Elevated (William Forsythe), la IX Symphonie, Le Concours nel ruolo del titolo, L’ Oiseau de feu nel ruolo del titolo (Maurice Béjart), Clavigo (Frollo), Notre-Dame de Paris (Frederi), L’Arlésienne (Roland Petit), Appartement (Mats Ek – creazione del 2000), In the Night (Jerome Robbins), Stepping Stones e Bella Figura (Jiří Kylián), oltre che James in La Sylphide, Solor ne La Bayadère, Siegfried ne Il lago dei cigni, Romeo in Romeo e Giulietta (Rudolf Nureyev), Frantz in Coppélia (Patrice Bart), Shéhérazade (Blanca Li), le Fils in Fils Prodigue, Émeraudes, Joyaux, Symphony in C, Liebeslieder Waltzer, Concerto Barocco (George Balanchine), Un Trait d’union (Angelin Preljocaj) Albrecht in Giselle, l’Ami in Les Noces (Bronislava Nijinska). In seguito alla sua interpretazione nel ruolo di Albrecht in Giselle e quello di Frederi ne L’Arlésienne di R. Petit al Grand Theatre di Shanghai il 22 settembre 2005 è nominato étoile. Successivamente interpreta l’Abonné e l’Homme en noir in La Petite Danseuse de Degas, Coppélius in Coppélia (Patrice Bart), Agon e Sonatine (George Balanchine), Petrouchka (Michel Fokine), Wounwork 1 (William Forsythe), Nuages (Kylián), Lucien in Paquita (Pierre Lacotte), Armand Duval in La Dame aux camélias (John Neuemeier), le Professeur de danse in Cendrillon, Rothbart ne Il lago dei cigni  (Rudolf Nureyev), Proust jeune in Proust ou les intermittence du cœur, il ruolo del titolo in Le Loup, le Jeune Homme ne Le Rendez-vous (Roland Petit), Eros in Psychée (Alexei Ratmanski), Dances at a Gathering (Jerome Robbins), le Faune in L’Après-midi d’un Faune (Vaslav Nijinski). Crea inoltre Les Variations d’Ulysse (Jean-Claude Galotta – 1995), il ruolo di Mnester in Caligula (Nicolas Le Riche – 2005), L’Envol d’Icare (Thierry Malandain – 2006), Artifact Suite (William Forsythe – 2006), Genus (Wayne McGregor-2007), Lacenaire in Les Enfants du paradis (José Martinez – 2008), oltre a A Sort of (Mats Ek – 2008), Les Familiers du Labyrinthe (Michèle Noiret – creazione del 2005). Finalista del Concours International de Danse de Paris, nel 1994 ottiene il Grand Prix, la Médaille d’Or, oltre al Prix de la critique e quello della Fondation Diaghilev du premier Concours International Maïa Plissetskaïa a San Pietroburgo. Riceve il Prix du Cercle Carpeaux nel 1996 e il Prix du public AROP (Association pour le Rayonnement de l’Opéra de Paris) per l’anno 1998. Benjamin Pech è Commandeur des Arts et Lettres et Chevalier dans l’Ordre national du Mérite.

Fra le sue direzioni artistiche si annoverano:

maître de ballet associato alla direzione della danza dell’Opéra National de Paris per la stagione 2015/2016. Collabora alla creazione dell’Académie Chorégraphique de l’ Opéra National de Paris. Direttore artistico del progetto del Palais di Tokyo e dell’Opéra National de Paris intitolato The way of the rabbit per la stagione 2014/2015. Rispettoso del patrimonio e della tradizione del balletto classico, Benjamin Pech, sostiene allo stesso modo la danza contemporanea nelle sue produzioni e nel suo ruolo di direttore artistico in Francia, Italia e in Giappone. Dal 2005, è direttore artistico dell’ Étoile Gala al Teatro Bunkamura di Tokyo. Le edizioni del 2005, 2008, 2010, 2012, 2014, 2016, sono riunite sotto la sua direzione, con danzatori che provengono dalle prestigiose compagnie europee, tra le quali l’Opéra National de Paris, il Bolshoi, il Marinskij, l’Hamburg Ballet, il Bayerisches Staatsballett di Monaco, l’ Het Nationale Ballet di Amsterdam, e il Dresden SemperOper Ballett. L’ Étoile Gala presenta a ogni edizione un programma ricco e vario, composto da pezzi che provengono dal repertorio, dal classico del XX secolo, oltre che da creazioni. Nel gennaio 2012, Pech riunisce 10 danzatori dell’ Opéra di Parigi per presentare Love from Paris, cinque serate di beneficenza a Tokyo e, parallelamente, con il sostegno dell’Ambasciata di Francia in Giappone, un progetto educativo dedicato ai bambini delle scuole di danza delle regioni colpite di Tohoku (Sendai e Ishinomaki). Assume inoltre la direzione artistica di numerosi spettacoli in Francia, Italia e Spagna (Théâtre de la mer à Sète, Arènes de Nîmes, Palais des Congrès d’Agde, l’Alambra di Granada, Teatro Comunale di Bologna). In questo contesto commissiona numerose creazioni a differenti coreografi (Carolyn Carlson, Sidi Larbi Cherkaoui, Mauro Bigonzetti, Davide Bombana, José Martinez, Jiri Bubenicek). Fanno parte del suo repertorio: Rubis in Joyaux (1999), Émeraudes (2000), Le Fils in Le Fils Prodigue (2001), Tchaïkovski Pas de deux (2002), Symphony in C 1° e 4° movimento (2003), Liebeslieder Waltzer (2003), Concerto Barocco (2003), Agon (2007), Sonatine (2008) di George Balanchine, Frantz in Coppélia (2002) e Coppélius (2011), l’Abonné in La Petite Danseuse de Degas (2005) e l’Homme en noir (2010) di Patrice Bart, IXe Symphonie (1999), Le Concours entrato nel repertorio (1999) di Maurice Béjart, il ruolo del titolo L’Oiseau de feu (2003), Tombe – creazione (2016) di Jérôme Bel, Prélude (da L’Après-midi d’un faune 2008) di Davide Bombana, Les Indomptés (1997) di Claude Brumachon, Signes creazione (1997) di Carolyn Carlson, Albrecht in Giselle (2002) da J.Coralli et J.Perrot, 20 danseurs pour le 20ième siècle – creazione (2015) di Boris Charmatz, il ruolo del titolo in Onéguine (2011) di John Cranko, Appartement – creazione (2008), A Sort Of – entrato nel repertorio (2000) di Mats Ek, Two Brothers (1996) di Daniel Ezralow, Le Spectre de la rose (1996), il ruolo del titolo Petroucha (2000) e (2009) di Michel Fokine, In the Middle, Somewhat Elevated (1999), Artifact Suite– creazione (2006), Wondwork 1 (2012) di William Forsythe, Stepping Stones – entrato nel repertorio (2001), Bella Figura (2002), Black Bird (2005), Nuages (2009) di Jiří Kylián, Les Variation d’Ulysse– creazione (1995) di Jean-Claude Gallotta, James in La Sylphide (1999), Lucien in Paquita (2006), Les Trois Mousquetaires – creazione (2010) di Pierre Lacotte, Études (2004) di Harald Lander, il personaggio di Mnester in Caligula (2005) di Nicolas Le Riche, Shéhérazade creazione (2001), L’Amour Sorcier – creazione (2002) di Blanca Li, L’Envol d’Icare – creazione (2006), Prélude à l’après-midi d’un faune (2010) di Thierry Malandain, Des Grieux in L’Histoire de Manon (2004), Romeo in Romeo e Giulietta (2004) di Kenneth MacMillan, Les Enfants du paradis – creazione (2008) di José Martinez, Genus – creazione (2007) di Wayne McGregor, il pas de deux Vaslaw ‘2e (1998), Sylvia – creazione (1997), Romeo in Romeo e Giulietta (2005), Armand Duval La Dame aux camélias (2006), La Cinquième Symphonie de Gustav Mahler (2008) di John Neumeier, l’Ami in Les Noces (2004) di Bronislava Nijinska, il Faune ne L’Après-midi d’un faune (2012), di Vaslav Nijinski, Les Familiers du labyrinthe – creazione (2005) di Michèle Noiret, Lo schiaccianoci (1996), l’ Oiseau bleu in La bella addormentata (1997), il Principe ne La bella addormentata (2000), Béranger (2000) e Jean de Brienne (1998) in Raymonda, il Gitano (1998) e Basilio (1999) in Don Quichotte l’Indiano (1998), l’Idolo d’oro (2001), Solor (2001) ne La Bayadère, Siegfried (2001), Siegfried (2202), Rothbart (2010) ne Il lago dei cigni, Romeo in Romeo e Giulietta (2005), l’ Acteur vedette (1999) e Le Professeur de danse (2005) in Cenerentola di Rudolf Nureyev, pas de deux dello Stabat Mater- creazione del 2012 di Benjamin Pech, Pasacaille creazione (1994), il ruolo del titolo in Clavigo creazione (1994), Frollo in Notre-Dame de Paris (1999), Cheek to Cheek (2002), Duke Ellington Ballet creazione (2002), Pink Floyd Ballet (2003), Frederi ne L’Arlésienne (2005), Léda et le cygne (2006), Morel (2007) e Proust jeune (2009) in Proust ou les intermittences du cœur, le Jeune Homme in Le Rendez-vous, il ruolo del titolo in Le Loup (2010) di Roland Petit, Un Trait d’union – entrato nel repertorio (2003), Le Parc (2014) di Angelin Preljocaj, Eros in Psyché – creazione (2011) di Alexeï Ratmansky, The Four Seasons entrato nel repertorio (1996),  In the Night (2001), Dances at a Gathering (2012) di Jerome Robbins. Pech danza ugualmente con il gruppo di Patrick Dupond, Manuel Legris e Charles Jude. Filmografia: La Petite Danseuse de Degas (Patrice Bart), L’Oiseau de feu (Maurice Béjart), Petrouchka (Mikhaïl Fokine), Tribute to Jerome Robbins (In the night).


Tagged:


Su

Sono nato a Roma nell'anno dei mondiali, quelli dell'82 e Paolo Rossi era un ragazzo come noi. Tra cartoni animati, vecchie serie tv e saghe di acchiappafantasmi e di ritorni al futuro sono cresciuto e mi sono laureato in Scienze delle Comunicazioni. Dopo aver imparato la "professione" tra redazioni, servizi e articoli ho avuto il privilegio di dirigere la testata giornalistica cinematografica Cinemamente.


'Teatro dell’ Opera di Roma: Benjamin Pech è è maître de ballet' has no comments

Commenta per primo questo post

Vorresti condividere i tuoi pensieri?

Il tuo indirizzo mail non sarà pubblicato

Culturiamo.com è un portale della Società Editrice:  WebReporters Srls P.I. 12201491003 Copyright © 2014


Warning

: count(): Parameter must be an array or an object that implements Countable in /home/forge/www.cinemamente.com/public/wp-content/plugins/ginger/front/gingerfront.core.php on line 99