Recensione di Serial Killer per signora al Teatro Sala Umberto

Omicidi in serie al Teatro Sala Umberto di Roma. Dopo il successo di Taxi a due piazze torna la coppia Gianluca Guidi e Giampiero Ingrassia

Cosa si è disposti a fare pur di finire sulla prima pagina del New York Times e allontanare i fantasmi di una vita fallimentare? Ce lo raccontano Gianluca Guidi e Giampiero Ingrassia nello spettacolo Serial Killer per signora, il musical di Douglas J. Cohen ispirato dal racconto di William Goldman. La coppia di figli d’arte Gianluca Guidi (figlio di Johnny Dorelli) e Giampiero Ingrassia (figlio di Ciccio, del duo storico Franco e Ciccio) è ormai un marchio di fabbrica, che cerca di ripetere il successo di Taxi a due piazze. La sinergia tra i due si respira fin dai primi minuti e alle talentuose Teresa Federico e Alice Mistroni non rimane che contendersi il resto della scena, ora come complici di battuta ora come vittime sacrificali dello spietato omicida.

Un mondo diviso in due quello di Cristopher Kit Gill (Guidi) e del detective Morris Bromo (Ingrassia), sconosciuti eppure accomunati da un destino simile: sfuggire al fallimento esistenziale. La serie di efferati delitti che Cristopher mette in atto fa da eco anche per le doti investigative di Morris, dando inizio alla corsa per la notorietà. A quale costo? Famiglia, amore, ambizioni: la commedia musicale diventa un comodo cuscino dove adagiare riflessioni di più ampia portata. Il finale però ci catapulterà violentemente verso la mediocrità umana.

Il testo, adattato da Gianni Fenzi e Guidi stesso (che è anche regista), convince e diverte, così come l’azzeccatissima scenografia presa in prestito… Almeno fino all’inceppamento nella scena in camera da letto. “Le camere da letto fanno sempre guai” scherzerà poi Guidi nei ringraziamenti finali. Unica nota stonata le luci: scegliere la penombra come condimento facile per una commedia noir è condivisibile, far recitare gli attori fuori luce in più di qualche scena ha però del masochismo teatrale. La speranza che siano state solo sviste tecniche concorre alla piena sufficienza dello spettacolo. (Voto 7)
Gianluigi Cacciotti

24 Gennaio – 5 Febbraio 2017

Ente Teatro Cronaca Vesuvioteatro
Gianluca Guidi  – Giampiero Ingrassia
SERIAL KILLER PER SIGNORA
musical di Douglas J. Cohen da un racconto di William Goldman
traduzione e adattamento di Gianni Fenzi e Gianluca Guidi
traduzione delle liriche Giorgio Calabrese
con Alice Mistroni e Teresa Federico
scene e costumi Annamaria Morelli
regia di Gianluca Guidi


Tagged:



'Recensione di Serial Killer per signora al Teatro Sala Umberto' has no comments

Commenta per primo questo post

Vorresti condividere i tuoi pensieri?

Il tuo indirizzo mail non sarà pubblicato

Culturiamo.com è un portale della Società Editrice:  WebReporters Srls P.I. 12201491003 Copyright © 2014